Disposizioni relative alla dematerializzazione del registro di carico e scarico delle sostanze zuccherine

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, con proprio decreto ha emanato le disposizioni per la dematerializzazione del registro di carico e scarico per le sostanze zuccherine.

Il registro in modalità telematica (dematerializzato) sarà disponibile nel portale del SIAN a decorrere dal 1° marzo 2015 e potrà essere tenuto in formato cartaceo fino e non oltre al 30 giugno 2015.

Nulla cambia rispetto a chi è tenuto al registro, cambia la modalità, da cartaceo a telematico su portale SIAN (dematerializzazione = non stampato su carta).

Chi deve tenere il registro di carico e scarico delle sostanze zuccherine?

La legge n.82 del 2006 prevede che i produttori, gli importatori ed i grossisti di saccarosio, escluso lo zucchero a velo, di glucosio e di isoglucosio, anche in soluzione, devono tenere aggiornato un registro di carico e scarico assoggettato all’imposta di bollo, con fogli progressivamente numerati e vidimati prima dell’uso dal comune competente in base al luogo di detenzione, e annotarvi tutte le introduzioni e le estrazioni all’atto in cui si verificano.

A tutti gli utilizzatori di saccarosio, glucosio e isoglucosio acquistati dai produttori, dagli importatori e dai grossisti, ad eccezione di quelli che somministrano al pubblico o che producono alimenti in laboratori annessi a esercizi di vendita o di somministrazione, compresi quelli artigiani, e di quelli in possesso di un registro di carico e scarico delle materie prime, vidimato dal competente ufficio periferico dell’Ispettorato centrale repressione frodi, o dell’apposito registro vidimato dall’ufficio dell’Agenzia delle dogane competente per territorio, è fatto obbligo di tenere un registro di carico e scarico e di annotarvi giornalmente per prodotti omogenei i quantitativi delle sostanze zuccherine impiegate.