Verifiche periodiche per apparecchi e impianti negli ambienti di lavoro

Verifiche periodiche degli apparecchi e degli impianti negli ambienti di lavoro, il Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl - attraverso l'Unità operativa Impiantistica-antinfortunistica - ha avviato una serie di controlli per accertarsi che le imprese abbiano assolto all'obbligo di verifica periodica (che può essere fatto dall'Ausl o da altri soggetti abilitati).

“I pochi dati disponibili – scrive l'Ausl in una comunicazione inviata alle associazioni di categoria – seppur privi di rilevanza statistica, evidenziano tuttavia un crescente fenomeno di elusione rispetto all'obbligo di effettuazione delle suddette verifiche periodiche (effettuate a titolo oneroso), stanti probabilmente anche gli effetti della perdurante crisi economica e produttiva; appare pertanto verosimile, come nel contesto sopra descritto, possa determinarsi un sensibile decadimento delle condizioni di sicurezza di apparecchi o impianti soggetti a verifica, con relativo aggravamento delle condizioni di rischio per i lavoratori addetti”.

Da qui sono partiti, nell'ambito di uno specifico progetti di prevenzioni degli infortuni, una serie di controlli ispettivi a campione all'interno di aziende di differenti comparti dell'ambito territoriale di Forlì. Controlli finalizzati a riscontrare l'effettivo adempimento degli obblighi previsti a carico delle imprese in materia di sicurezza delle attrezzature di lavoro.

Ricordiamo, per sommi capi, che sono tenuti a verifica periodica:

  • Apparecchi di sollevamento di portata superiore ai 200 Kg
  • Impianti elettrici (messa a terra)
  • Impianti messi in pressione (esempio - cisterne contenenti gas propano)
  • Per le imprese agricole, alcuni macchinari (esempio - Carri Raccoglifrutta)

Per qualsiasi dubbio potete contattare i nostri uffici.