Cesena, prorogato il bando per il sostengo alle imprese

Si allungano di una settimana i termini per la partecipazione ai due bandi comunali per il sostegno alle imprese di Cesena.

Il primo prevede l'erogazione di contributi a fondo perduto per le nuove attività nate a Cesena nel periodo 1 ottobre 2014/30 settembre 2015 (plafond 300mila euro); il secondo è relativo alla cosiddetta 'no tax area', che permetterà alle aziende di nuova costituzione di ottenere il rimborso di alcune imposte (IMU, TASI, TARI, COSAP, imposta sulla pubblicità) nei primi tre anni di attività (plafond 150mila euro).

La scadenza per le domande è prorogata al 7 novembre 2015.
 
Entrambi i bandi si rivolgono alle stesse tipologie di imprese:

1) ditte individuali e imprese, qualsiasi sia la forma societaria, con sede legale e/o operativa nel Comune di Cesena, operanti nei settori del commercio, pubblici esercizi, artigianato o altre attività di servizio che nel periodo compreso dal 1 ottobre 2014 al 30 settembre 2015 hanno aperto un nuovo punto vendita o attività artigianale (anche senza punto vendita) o altra attività di servizio o trasferito la sede nell'ambito dell'area del centro storico, compresi i subingressi;

2) ditte individuali e imprese che si sono costituite dal 1 ottobre 2014 al 30 settembre 2015, qualsiasi sia la forma societaria, con sede legale e/o operativa nel Comune di Cesena, che nel periodo compreso dal 1 ottobre 2014 al 30 settembre 2015 hanno attivato contratti di lavoro dipendente a tempo indeterminato o determinato di durata continuativa di almeno 6 mesi o contratti di apprendistato o attivato rapporti di lavoro subordinato full time con collaboratori familiari;

3) le ditte individuali e le imprese, qualsiasi sia la forma societaria, con età inferiore a 40 anni, costituitesi dal 1 gennaio 2014 al 30 settembre 2015 che nel medesimo periodo hanno avviato un'attività imprenditoriale nel territorio comunale, indipendentemente dall'ubicazione territoriale, specificando che per le imprese, il requisito dell'età è soddisfatto quando è posseduto da almeno la metà dei soci o dal socio di maggioranza con almeno il 50% delle quote societarie.

NB. Per l'erogazione di contributi a fondo perduto per le nuove attività, se le ditte individuali e le imprese di cui al punto 1) che hanno aperto/trasferito le attività economiche nelle vie del centro storico non erano state ricomprese nel bando 2014, il termine iniziale del 1 ottobre è anticipato all'1/1/2014.

Il bando per la concessione di contributi a fondo perduto mette a disposizione un minimo di 500 sino a un massimo di 4000 euro, a seconda del numero dei dipendenti e delle dimensioni del locale che ospita l'attività. Il secondo bando prevede il rimborso di: IMU, TASI, TARI, COSAP, imposta sulla pubblicità per il periodo 1/1/2014 - 31/10/2015.

Sono esclusi dai bandi le seguenti categorie: compro oro o attività con finalità similari; installazione/detenzione di apparecchi da gioco automatici (slot-machines), apertura sale V.L.T. (video lottery terminal) o altri tipi di scommesse; - vendita con "apparecchi/distributori automatici"; vendita di tabacchi o sigarette elettroniche; vendita di armi, munizioni e materiale esplosivo; articoli per soli adulti (sexy shop); agenti di commercio, procacciatori d'affari, promotori finanziari; istituti bancari, agenzie di leasing, attività finanziarie e assicurative; imprese e agenzie immobiliari; commercio su aree pubbliche (ex commercio ambulante).

Per l'erogazione di contributi a fondo perduto per le nuove attività, sono inoltre escluse le imprese che hanno già beneficiato dei medesimi contributi di cui all'Avviso Pubblico PGN 97639/368 dell'11/12/2014.

Per chiarimenti ci si può rivolgere al Servizio Lavoro Sviluppo Giovani del Comune di Cesena, Tel. 0547-356592, e-mail: ravaioli_v@comune.cesena.fc.it.
 

Per info: Pierpaolo Baroni