Terremoto, la solidarietà di Confcooperative. Ecco come aiutare

Dopo il terremoto che ha colpito duramente il Centro Italia, Confcooperative si è immediatamente attivata per cercare di aiutare le popolazioni colpite da questa tragedia. Solidarietà e concretezza per essere vicini a chi ha conosciuto morte, distruzione e terrore nelle regioni di Lazio, Umbria e Marche.


“Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza a tutte le popolazioni colpite dal sisma – evidenzia Mauro Neri, presidente di Confcooperative Forlì-Cesena - Confcooperative ha aperto un conto corrente bancario dedicato alle cooperative e alle famiglie dei cooperatori che hanno subito dei danni e delle quali si sta facendo una ricognizione. Vi invitiamo pertanto, se lo riterrete opportuno, a dare un vostro contributo”.


“Cercheremo, con la solidarietà e la mutualità propria della cooperazione di aiutare chi oggi si trova in difficoltà – sottolinea il presidente nazionale Maurizio Gardini - e vi terremo costantemente aggiornati attraverso il nostro sito web confederale delle iniziative che potranno essere intraprese”.

Confcooperative Lazio, per esempio, ha avviato un centro di raccolta: clicca qui per conoscere come far arrivare il vostro aiuto attraverso la nostra organizzazione.


Di seguito la causale e le coordinate del conto corrente bancario dedicato che abbiamo aperto per poter contribuire alle emergenze e alle ricostruzioni: "Popolazioni colpite dal Terremoto del Centro Italia del 24 agosto 2016" BCC ROMA IT 62 T 08327 03221 000000004711 swing Code ROMAITRR