Taglio del nastro per Diversamente Bottega

Venerdì 4 settembre ha aperto Diversamente Bottega nei locali di Corso della Repubblica 136, a Forlì. Qui è sbocciato il progetto gestito dalla Cooperativa sociale Paolo Babini e dall'Associazione omonima che vuole portare nel centro cittadino di Forlì l'attenzione sulle tematiche del riciclo e del riuso, del volontariato e dell'avviamento al lavoro di persone svantaggiate.

Il momento dell’inaugurazione si è aperto con l’intervento di don Girolamo Flamigni, presidente della Cooperativa e dell’Associazione Paolo Babini, il saluto del sindaco Davide Drei; e una presentazione della del Consorzio Solidarietà Sociale (rete consortile a cui la cooperativa aderisce) da parte della presidente del Css Maurizia Squarzi. Ad illustrare le attività di Diversamente Bottega è stata invece la volontaria Maria Assunta Sintoni.

Cos’è Diversamente Bottega? E' un mercatino dell’usato con materiale per bambini da zero a 14 anni (abbigliamento, accessori, scarpe, giocattoli, libri e altro), gestito dai volontari dell’Associazione Paolo Babini sulla scia dell’esperienza del mercatino T-Riciclo da anni attivo all’interno del Villaggio Mafalda. Il logo di Diversamente Bottega è un’ape con le strisce verticali come simbolo della diversità; l’allestimento dello spazio invece ricreerà un’ambientazione che ricorda il bosco e gli animali che lo popolano.

A quali bisogni risponderà? Nella lunga esperienza di lavoro sul territorio, uno dei bisogni emersi con forza soprattutto dalle famiglie è la richiesta di occasioni di impiego del tempo in maniera costruttiva, in particolare per giovani disabili nella fascia 18-30 anni; il lavoro è infatti un elemento fondamentale nella connotazione delle identità e lo diventa ancora di più per quelle persone che, vivendo stati di difficoltà, necessitano di punti di riferimento quotidiani per poter sviluppare percorsi di vita ricchi e soddisfacenti. Con Diversamente Bottega la Cooperativa cerca di dare il proprio contributo per rispondere a questo bisogno, creando percorsi personalizzati di avviamento al lavoro in un ambiente ricco di persone e relazioni, verso la riscoperta di una dimensione comunitaria. In concreto, attraverso la costruzione di questa esperienza la Cooperativa intende attivare stabilmente fino a 3 percorsi per ragazzi disabili e/o in condizione di svantaggio in collaborazione col Comune di Forlì che possono essere impegnati a seconda delle proprie capacità e attitudini personali; promuovere un nuovo stile di consumo critico e responsabile attraverso la realizzazione di incontri periodici di promozione culturale; costruire una rete di partner con altre realtà che operano in questo ambito e condividono medesime finalità e obiettivi (cooperative sociali, associazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, istituzioni, scuole, privati, esercizi commerciali e altro); e investire gli utili derivanti dall’attività commerciale su progetti sociali specifici e sull’autofinanziamento dell’attività in oggetto.

Dove si trova Diversamente Bottega? La Bottega ha aperto nei locali dell’ex-Poletti di proprietà del Comune, che erano sfitti da oltre 7 anni, per occupare i quali la Cooperativa Sociale Paolo Babini ha sottoscritto col Comune di Forlì un contratto di 6 anni rinnovabili, senza canone ma con onere di ristrutturazione (45 mila euro). Il mantenimento economico del progetto sarà interamente basato sulle vendite e non dipenderà in alcun modo da finanziamenti pubblici.