Approfondimento e opportunità sui Contratti di filiera

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha pubblicato la circolare applicativa per l'attivazione dei contratti di filiera e di distretto. Si tratta di uno strumento che ha una dotazione finanziaria di 60 milioni di euro in contributo conto capitale e 200 milioni di euro di contributo a tasso agevolato attraverso il Fondo rotativo di sostegno alle imprese.

Obiettivi

I Contratti di filiera e di distretto mirano a favorire processi di riorganizzazione dei rapporti tra i differenti stakeholder dell'agroalimentare e della distribuzione, in un'ottica di collaborazione e integrazione, attraverso accordi che individuino un programma d'azione, con specifici obiettivi, impegni e risultati attesi.

Nello specifico, i Contratti di Filiera mirano a favorire processi di riorganizzazione dei rapporti tra i differenti soggetti della filiera, anche alla luce della riconversione in atto nei diversi comparti, al fine di promuovere la collaborazione e l'integrazione fra i soggetti, stimolare la creazione di migliori relazioni di mercato e garantire prioritariamente ricadute positive sulla produzione agricola.

Soggetti PROPONENTI

Sono Soggetti proponenti del Contratto di filiera e del Contratto di distretto:

  •     le società cooperative agricole e loro consorzi, i consorzi di imprese, le organizzazioni di produttori agricoli e le associazioni di organizzazioni di produttori agricoli riconosciute ai sensi della normativa vigente, che operano nel settore agricolo e agroalimentare;
  •     le società costituite tra soggetti che esercitano l’attività agricola e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione
  •     le associazioni temporanee di impresa tra i Soggetti beneficiari, già costituite all’atto della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni;
  •     le reti di imprese che hanno già sottoscritto un Contratto di rete al momento della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni;
  •     le rappresentanze di distretti rurali e agro-alimentari individuati dalle regioni.


 

Soggetti beneficiari

Soggetti Beneficiari sono:

  •     le imprese, anche in forma consortile, le società cooperative e loro consorzi, nonché le imprese organizzate in reti di imprese, che operano nel settore agricolo ed agroalimentare;
  •     le organizzazioni di produttori agricoli e le associazioni di organizzazioni di produttori agricoli riconosciute ai sensi della normativa vigente;
  •     le società costituite tra soggetti che esercitano l’attività agricola e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione;


Condizioni di ammissibilità

Il contratto di filiera deve interessare un ambito territoriale multiregionale e deve quindi prevedere interventi distribuiti sul territorio di due o più regioni. Gli interventi massimi per una regione non potranno superare l’85% del totale.

Inoltre i contratti e gli interventi devono rispettare le seguenti caratteristiche:

  •     Limiti degli investimenti: compresi tra 4 e 50 milioni di euro ;
  •     Investimento minimo per beneficiario: 400.000 euro*;
  •     Gli investimenti devono essere realizzati entro 4 anni dalla data di stipula del contratto.


*Per investimenti effettuati da PMI esclusivamente in tabella 1A, l’importo del progetto per Soggetto beneficiario è fissato a un valore minimo della spesa ammissibile di 100.000 euro.

SPESE AMMISSIBILI

Il contributo filiera è concesso per le seguenti tipologie di investimento:

  •     investimenti (materiali e immateriali)  nelle  aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria;
  •     investimenti per la trasformazione e per la commercializzazione dei prodotti agricoli;
  •     investimenti per la trasformazione di prodotti agroalimentari non compresi nell’allegato I del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea;
  •     per la partecipazione dei produttori di prodotti agricoli ai regimi di qualità e misure promozionali a favore dei prodotti agricoli, le PMI e le grandi imprese;
  •     per l’organizzazione e partecipazione a concorsi, fiere o mostre, solo le PMI;
  •     per i progetti di ricerca e sviluppo nel settore agricolo, le PMI e le grandi imprese;
  •     per la partecipazione alle fiere e per gli investimenti volti a promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili effettuati da imprese di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, solo le PMI.


Entità del contributo

Le agevolazioni sono concesse nella forma di Contributo in Conto capitale e di Finanziamento Agevolato.

Scadenza

Le domande per l’accesso ai contratti di filiera e di distretto devono essere presentate  esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC) a partire dalle ore 10:00 del 27 novembre 2017. Il sistema agevolativo è applicato a sportello.
 

Ulteriori informazioni in allegato.




Scarica l 'allegato