Confcooperative nuovo partner di CesenaLab

Se è vero che l’unione fa la forza, adesso CesenaLab è davvero più forte.  E’ stata recentemente siglata, infatti, la nuova convenzione che ratifica l’allargamento della compagine a sostegno dell’incubatore dedicato alle startup nell'ambito digital web e new media, con l’ingresso a fianco dei tre promotori iniziali (Comune di Cesena, Campus Cesenate dell’Università di Bologna e Fondazione Cassa di Risparmio) di tutti i principali soggetti rappresentativi del mondo economico locale.

Nei giorni scorsi la firma ufficiale del documento. Nella sede di CesenaLab si sono ritrovati vecchi e nuovi sottoscrittori: presenti per il Comune di Cesena il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore all’Università Francesca Lucchi, per il Campus il coordinatore Luciano Margara, per la Fondazione Cassa di Risparmio Guido Pedrelli, per la Confcommercio Augusto Patrignani, per la Confesercenti Cesare Soldati, per Rete PMI Romagna Maddalena Forlivesi, per Confcooperative Mirco Coriaci, per Cna Matteo Cecchini, per Confartigianato Stefano Ruffilli, per Legacoop Antonio Zampiga, per Unindustria Davide Stefanelli, per Camera di Commercio della Romagna Fabrizio Moretti.

Nello specifico, con la firma della convenzione i nuovi partner si assumono una serie di compiti volti proprio a sostenere concretamente l’attività di CesenaLab e delle imprese incubate: si va dal supporto alla comunicazione e alla promozione, alla fornitura di servizi di consulenza per favorire la crescita delle attività imprenditoriali e l’individuazione dei potenziali mercati, dall’affiancamento per favorire i collegamenti con l’imprenditoria locale e, in particolare, con potenziali imprese ‘tutor’, al supporto nelle azioni di formazione anche attraverso i propri associati e le proprie reti imprenditoriali.

Con l’ampliamento della compagine cambia anche il quadro degli organi che sovrintendono l’attività dell’incubatore. Nel dettaglio, è previsto un Consiglio Generale, che rimarrà in carica per tutta la durata della convenzione, con il compito di esprimere gli orientamenti generali e le linee di indirizzo strategiche; ne faranno parte il Responsabile Scientifico del progetto; due membri nominati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena; tre membri nominati dal Comune di Cesena (di cui uno individuato tra i consiglieri di minoranza); un membro nominato da ognuno dei soggetti firmatari della convenzione.

Il Consiglio Generale individuerà al suo interno un Comitato direttivo, composto da sei membri di cui uno identificato nel Responsabile Scientifico del progetto, due nominati rispettivamente dal Comune di Cesena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio e i restanti scelti fra i rappresentanti delle altre parti. Al Comitato direttivo avrà una funzione più operativa, e fai i suoi compiti ci saranno quelli di valutare le idee progettuali da inserire nell’incubatore, supervisionare le attività svolte, verificare periodicamente l’andamento dei progetti e, più in generale, attuare gli indirizzi indicati dal Consiglio Generale.